Archivio tag: agriturismo

A CarraraFiere è di scena il turismo itinerante

 

Centoundici espositori partecipano alla decima edizione che si tiene a CarraraFiere da sabato 14 a domenica 22 gennaio. Camper, caravan, tende, strutture per il turismo all’aria aperta. Enogastronomia, raduni, promozione territoriale ma anche spettacoli e dibattiti. Con Mare Blu uno spazio specializzato dedicato alla piccola nautica.
Sarà il sindaco di Carrara, Angelo Zubbani, a tagliare il nastro inaugurale della decima edizione di Tour.it, il salone del turismo itinerante che si tiene a CarraraFiere dal 14 al 22 gennaio. La cerimonia si svolgerà alle 11.30 nell’area del centro servizi (www.tourit.it; ingresso numero 5, via Maestri del Marmo). Le autorità compiranno poi una visita al salone che presenta 111 espositori fra i quali ben 32 marchi di mezzi mobili (camper e caravan) dislocati in tre padiglioni per una superficie espositiva di 20.000 metri quadrati.
Gli espositori, a sottolineare l’importanza di Tour.it, evento che apre la stagione turistica e commerciale, sono presenti con il meglio della produzione e moltissime novità che caratterizzeranno il mercato sia dei mezzi (camper e roulotte) ma anche tende e case mobili, attrezzature e servizi per la vita all’aria aperta dimostrando grande capacità di innovazione da parte delle aziende.
“Tour.it è ormai la vetrina privilegiata per presentare mezzi e prodotti, ma anche per avere indicazioni sugli orientamenti del mercato che, anche in una situazione difficile – dice il presidente di CarraraFiere Giorgio Bianchini – propone diverse novità che testimoniano una forte capacità di innovazione in un comparto che da anni costituisce un’eccellenza del Made in Italy”.
Il Salone si completa con Mareblu, la mostra mercato della piccola nautica. Nell’area sono esposte piccole imbarcazioni, canoe, gommoni e accessori utili a chi vuole completare le dotazioni per vacanze che non si limitano alla terraferma mentre la Rassegna del Turismo Enogastronomico ospiterà produttori di raffinate tipicità di tutta Italia, i migliori testimonial per i territori meno conosciuti ma meritevoli di essere scoperti dal grande turismo.
“Presentiamo un evento completo, con un’offerta di alto livello, sia per il numero dei marchi presenti sia per la qualità delle presenze e del numero delle novità esposte. Come sempre – dice a sua volta Paris Mazzanti, direttore di CarraraFiere – questa manifestazione avrà ricadute promozionali importanti anche sul territorio che sarà meta di visite degli equipaggi che partecipano ai grandi raduni che si svolgono in fiera ma anche di quanti, dopo essersi informati sulle novità desiderano visitare una delle tante mete turistiche che si trovano nel raggio di pochi chilometri”.
Accanto alla parte espositiva Tour.it offre un panorama di iniziative ed eventi che rafforzano le sinergie fra la fiera e il territorio.
L’amministrazione provinciale di Massa Carrara, in sintonia con queste scelte, ha allestito un’area nella quale ospiterà prodotti e aziende della Lunigiana, avviando un progetto di promozione e di sostegno ad un territorio che ha grandi potenzialità turistiche e che è stato colpito recentemente colpito da un’alluvione che ha interessato zone e paesi di grande pregio turistico.
Stanno riscuotendo successo di adesioni anche i raduni nazionali riservati ai camper che richiamano migliaia di equipaggi attratti dalla possibilità di passare alcune giornate sulle rive del Tirreno con un programma di visite ed escursioni guidate nelle cave o nei borghi con degustazioni di vini e prodotti tipici come il lardo di Colonnata. A queste opportunità è dovuto il successo del raduno che si terrà nel primo week end curato dal Camper Club La Granda. Nel weekend finale il Toscana Camper Club sarà protagonista di un evento analogo.
Per fare promozione turistica alle tante località che possono diventare punti di arrivo di un turismo qualitativo le diciotto Proloco della provincia di Massa Carrara sono presenti in fiera coordinate dalla Pro Loco di Marina di Carrara con uno spazio promozionale per presenteranno i loro eventi e le manifestazioni che si svolgono nel territorio apuo-lunigianese offrendo anche spettacoli e performances.
In particolare, sabato 14 durante l’inaugurazione si esibiranno “I Nani Rossi” mentre nel pomeriggio (ore 16) sarà la volta degli sbandieratori di Fivizzano.
Le Alpi Apuane, con le Cave di Marmo e i sentieri del trekking sono una delle attrattive più spettacolari del territorio: la sezione di Carrara del Club Alpino Italiano ha organizzato un’area dove ogni giorno svolgerà attività di addestramento rivolte in particolare ai ragazzi che vogliono provare l’arrampicata in parete ed è prevista anche la proiezione di immagini e documentari sulle Alpi Apuane.
Tour.it è organizzato da CarraraFiere con la collaborazione di Promocamp, il supporto di Toscana Camper Club, del Camper Club La Granda e della rivista Plein Air.
Per la sua particolare valenza promozionale riferita al settore, ha ottenuto il patrocinio del Ministero del Turismo oltre che della Regione Toscana, dell’Unione Club Amici, dell’Associazione Campeggiatori Turistici d’Italia, della Provincia di Massa Carrara e dei comuni di Carrara e di Massa.
Sponsor Bancario unico è la Cassa di Risparmio di Carrara – Gruppo CARIGE.

Info: ingressi – numero 3 – Viale C. Colombo; n. 5 – Via Maestri del Marmo www.tourit.it
Orari 14-15 e 21-22 Gennaio 2012 dalle 10 alle 19; da lunedì 16 a venerdì 20 dalle 15 alle 19.
Ticket:Ingresso libero da lunedì a venerdì;
Sabato e Domenica € 10,00 intero, € 5,00 ridotto;
Ingresso gratuito per ragazzi fino a 12 anni e disabili + accompagnatore


Agriturismo low cost: la crisi lo premia

Positivo commento di Agriturist (Confagricoltura) sui dati pubblicati ieri dall’Osservatorio Nazionale del Turismo. Ma il quadro generale del comparto resta allarmante. L’estate 2011 premia l’agriturismo. Secondo le stime diffuse ieri dall’Osservatorio Nazionale del Turismo, l’ospitalità “in fattoria” sarebbe cresciuta del 2,3% in luglio e crescerà dello 0,9% in agosto; le previsioni per settembre segnano un peraltro recuperabile, -0,9%. Prudente soddisfazione di Agriturist (Confagricoltura): dopo il tonfo dell’estate 2010 (-12%), un andamento di segno positivo restituisce fiducia agli operatori agrituristici. Ma il quadro generale del turismo italiano resta allarmante: rispetto all’anno scorso, l’Osservatorio Nazionale del Turismo ha rilevato -0,1% nel primo semestre dell’anno e previsto per il trimestre estivo un -0,7%. Ciò significa che non ci sono novità rispetto ad una estate 2010 in cui si era già toccato il fondo. I due milioni di presenze nel mese di agosto in agriturismo, annunciati qualche giorno fa da alcune fonti – puntualizza Agriturist – sono fortunatamente privi di qualsiasi fondamento: le presenze nell’agriturismo di agosto si attesteranno intorno ai 3,2 milioni, per 650 mila ospiti che spenderanno circa 230 milioni di euro. “Il Governo ricordi – sottolinea Vittoria Brancaccio, presidente di Agriturist – che il turismo è una delle massime risorse italiane e che l’agricoltura, attraverso l’offerta enogastronomica e l’agriturismo, dà un contributo decisivo al successo della nostra proposta turistica. Turismo e agricoltura rappresentano una sinergia che contribuisce, compreso l’indotto, a quasi un quarto del PIL nazionale. Ma finora, per valorizzare queste risorse è stato fatto davvero poco, per non dire nulla”. Agriturist lamenta, in particolare che, nella promozione delle vacanze in Italia sui mercati esteri, sia il sito internet del ministro del Turismo, www.italia.it, sia l’ENIT, ignorano l’agriturismo e, in generale, le mete rurali. “Ci auguriamo – conclude il presidente di Agriturist – che l’ accordo per sostenere il turismo enogastronomico, sottoscritto in aprile alla Fieragricola di Verona dai ministri del Turismo, Brambilla, e delle Politiche Agricole, Romano, abbia quanto prima un seguito concreto”. Una conferma del momento difficile per le tasche dei vacanzieri, viene dal sito internet di Agriturist, www.agriturist.it, che nell’ultima settimana ha registrato un incremento di visite del 18%, ma la ricerca tematica più frequente è stata, in assoluto, quella di “vacanze economiche”.

Per l’agriturismo flessione intorno al 7%

“Davvero preoccupanti…”. Così Agriturist (Confagricoltura) definisce i risultati di alcuni sondaggi sulle vacanze estive degli italiani. E cita SWG-Confesercenti, che stima un 16% di vacanzieri in meno, rispetto all’estate 2010; e l’associazione di consumatori ADOC, secondo la quale solo il 20% degli italiani può permettersi una vacanza (contro il 33% dell’estate scorsa). La stessa Agriturist registra una sensibile flessione della domanda di agriturismo (- 7%) attraverso uno studio delle visite al portale internet, www.agriturist.it, (rilevazione dal 10 giugno al 10 luglio).

Si deve anche guardare con attenzione – osserva la nota di Agriturist – ai segnali di ripresa che vengono dai tour operator stranieri, interpellati dell’ENIT, secondo i quali la destinazione Italia è quasi ovunque in crescita, con punte molto confortanti da Est europeo, Cina, Brasile, India e Stati Uniti. Oppure ai risultati moderatamente positivi di una indagine sulle prenotazioni alberghiere condotta da CISET (Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica) e Federturismo (Confindustria), dalla quale emerge un aumento, rispetto all’estate 2010, degli ospiti italiani (+ 1,9%) e stranieri (+1,8%), ma non del fatturato, a causa della ulteriore abbreviazione dei periodi di soggiorno. Occorre tuttavia tenere presente che i tour operator trattano solo un terzo dell’offerta turistica nazionale e soprattutto alberghi di livello medio-alto, segmento di offerta al quale pure si riferisce l’indagine di CISET-Federturismo.

Agriturismo: il settore dà segni di incertezza per l’estate

Per l’ agriturismo, l’estate 2011 non promette nulla di buono: uno studio di Agriturist basato sulle visite ricevute dal portale internet www.agriturist.it  dall’1 al 15 giugno, evidenzia, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, una sensibile flessione della domanda (-11%) che interessa in uguale misura gli ospiti italiani e gli ospiti stranieri. La stessa flessione si conferma per le ricerche di informazioni su specifici servizi (passeggiate a cavallo, piscina). Resta invece costante, a confronto col 2010, la domanda di vacanze economiche, mentre è in crescita quella di agriturismi con campeggio (+12%) e di alto livello (+18%).Una tendenza in linea con il resto del settore turistico italiano che continua a vivere un momento di difficoltà. Nei primi tre mesi del 2011, secondo i dati recentemente diffusi dalla Banca d’Italia, a fronte di un incremento della domanda estera (spesa +2,8%), si è registrata una rilevante crescita dei viaggi degli italiani verso l’estero (spesa +7,9%), e il bilancio crediti/debiti ha segnato una flessione di 177 milioni di euro, pari a -19% rispetto al 2010. Prosegue dunque l’erosione dell’attivo turistico nazionale che, fra il 2006 e il 2010, è diminuito di 3,1 miliardi di euro pari a -26%. L’estate, ormai alle porte, si profila molto incerta ed è davvero difficile capire se vi sarà una inversione di tendenza rispetto allo scorso anno quando (dati dell’Osservatorio Nazionale del Turismo, vedi tabella), dopo un primo semestre sostanzialmente stabile (-0,7%), nel trimestre estivo è arrivato un imprevisto -2,9%. Ben più pesante la flessione per l’agriturismo, che da luglio a settembre 2010, ha fatto registrare un -12,2%.

Da un sondaggio dell’Osservatorio Nazionale del Turismo rivolto ai tour-operator europei, emerge che le richieste di viaggi verso l’Italia, nel 2011, sarebbero in crescita dell’11% rispetto al 2010; ma Francia e Spagna registrano un ben più consistente +25%. Lo stesso sondaggio rivolto ai tour-operator statunitensi vede invece la meta Italia in flessione del 3% mentre la Francia registra un + 9% e la Spagna + 5,5%. “Si vedrà nei prossimi giorni – precisa Agriturist – se la tendenza negativa sarà confermata, oppure se vi sarà un recupero grazie alle prenotazioni dell’ultimo minuto che, in periodi di crisi, sono sempre più diffuse. Le condizioni perché l’agriturismo si lasci alle spalle il cattivo risultato dello scorso anno ci sono tutte: prezzi invariati, comfort in costante miglioramento, atmosfera di completo relax nei bellissimi paesaggi delle nostre campagne, offerta enogastronomica legata alla tradizione locale e ai prodotti genuini delle aziende agricole ospitanti (26% biologiche), ampia scelta di località vicine al mare, a città d’arte, a parchi naturali e alle tante sorprese culturali ed escursionistiche dell’Italia “minore”.

Biodiversità, Agriturismo e Fattorie Didattiche: esperienze a confronto

 

Workshop “Biodiversità, Agriturismo e Fattorie Didattiche: Esperienze a confronto”, che si terrà il giorno 6 Giugno 2011 nella sede di Regione Lombardia di Via Pola 12 Milano c/o la Sala Convegni – Lotto pesca – pian terreno.

Il workshop è promosso da Agriturist, Terranostra, Turismo Verde e WWF nell’ambito del progetto “Coltiviamo la sostenibilità” e sostenuto dalla Fondazione CARIPLO, dalla Regione Lombardia -Assessorati Ambiente, Agricoltura e da Unioncamere Lombardia.

Regione Lombardia – via Pola 12 Milano
Sala Convegni – Lotto pesca – pian terreno
lunedì 6 Giugno 2011
Questo incontro sarà l’occasione per riflettere sul ruolo delle aziende
agricole multifunzionali, in particolare gli agriturismi, nella conservazione
e nella valorizzazione – in chiave didattica e turistica – della biodiversità.
Nel corso del workshop sarà presentato un manuale rivolto alle aziende
agrituristiche lombarde.
La conservazione e la valorizzazione della biodiversità rappresentano, infatti una delle sfide ambientali che, dal 2013, la futura Politica Agricola
Comune proporrà alle moderne aziende agricole multifunzionali.
Il workshop è promosso da Agriturist, Terranostra, Turismo Verde e WWF
nell’ambito del progetto “Coltiviamo la sostenibilità” e sostenuto dalla
Fondazione CARIPLO, dalla Regione Lombardia – Assessorati Ambiente,
Agricoltura e da Unioncamere Lombardia.
Programma
Biodiversità, agriturismo e fattorie didattiche: esperienze a confronto
09.00 Registrazione partecipanti
09.15 Saluti e Introduzione ai temi della giornata
09.30 Gianni Netto
responsabile educazione ambientale Parco Nazionale del Circeo
“Agriturismi e interpretazione dell’ambiente naturale”
09.45 Daniele Zavalloni
autore del libro “Fattorie didattiche biologiche”
“Orti e biodiversità”
10.00 Franco Ferroni
WWF Italia
“La futura PAC: le aziende agricole presidi della biodiversità”
10.15 Andrea Pirovano
responsabile scientifico del progetto
“Il progetto Coltiviamo la sostenibilità”
10.30 La Quercia della Memoria – Oasi Galbusera Bianca – Il Campagnino
“Esperienze per la tutela e la valorizzazione della biodiversità
in una azienda agricola”
10.45 TAVOLA ROTONDA moderatore Antonio Bossi
Ufficio Educazione Ambientale WWF Italia
Interverranno al dibattito: rappresentanti di Regione Lombardia, delle
Amministrazioni Provinciali, presidenti delle Associazioni Agrituristiche regionali,
Enti Parco, le aziende agrituristiche, Fattorie Didattiche e Fattorie del Panda, oltre
che il “Mondo scolastico” con l’obiettivo di individuare percorsi per la tutela e la
valorizzazione della biodiversità nelle aziende agrituristiche lombarde.
12.30 Chiusura lavori
Nel corso dei lavori della mattinata interverranno gli Assessori Regionali
all’Agricoltura arch. Giulio De Capitani e ai Sistemi Verdi e Paesaggio
dott. Alessandro Colucci.

Nuovi agriturismo nel portale di Agriturismosearch

Si avvicina a passi spediti la bella stagione e con questa si avvicina la voglia di viaggiare, la voglia di stare all’aria aperta. Tra le soluzioni favorite che permettano di riunire le due cose ci sono sicuramente gli agriturismo. Agriturismosearch.com, importante portale del mondo dell’agriturismo, si prepara a questa nuova stagione con l’inserimento di nuove strutture sparse per tutta l’Italia.
Noto agli amanti degli agriturismo, questo portale fornisce un utile servizio a chiunque voglia cercare prenotare una vacanza in agriturismo, tutto questo con una bella particolarità, il servizio è completamente gratuito!
Diverse le sezioni aggiornate e numerose le province aggiunte in questo ultimo periodo per arrivare all’estate preparati e con una vasta offerta per gli utenti del web.
Un utente, arrivato sul portale per caso e per volontà propria, troverà tante informazioni descrittive della struttura agrituristica, tante foto e video che permetteranno di capire quali sono le qualità di ogni struttura e quindi porteranno ad una decisione più oculata della propria meta di vacanza.
Informazioni come numero di telefono per un contatto diretto con l’agriturismo, e-mail, fascia di prezzo indicativa, cartina online e tanto altro permetteranno all’utente di capire bene la posizione e gli eventuali pregi e difetti della zona.
Tantissime le regioni e tantissime le strutture contenute. Tra le più amate sicuramente la sezione relativa agli agriturismi nella Regione Umbria che, con i loro prezzi molto interessanti, attirano molti visitatori felici di poter ammirare meraviglie come la città di San Francesco – Assisi – e Perugia.
La sezione relativa agli agriturismo della regione Umbria ovviamente è solo una delle tante che vi aspettano per aiutarvi nella scelta della vostra vacanza nel verde e nella tranquillità.