Archivio tag: gallo rosso

Gallo Rosso, da 15 anni l’agriturismo in Alto Adige

Gallo Rosso è il nome del marchio che dal 1999 promuove e favorisce l’attività di ormai 1.600
agriturismi in Alto Adige e che appartiene all’Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi
(Südtiroler Bauernbund).
Sin dalle origini lo scopo principale di Gallo Rosso è sostenere i contadini dei masi (il maso è
una realtà tipicamente altoatesina, costituito da un terreno agricolo con abitazione) nello
sviluppo di attività da affiancare all’agricoltura, ovvero, l’allevamento, la frutticoltura e la
viticoltura.
Sono così incentivate le attività come l’alloggio al maso (Agriturismo in Alto Adige), la
ristorazione contadina (Masi con gusto), la produzione di prodotti gastronomici genuini
(Sapori del maso) e l’artigianato autentico (Artigianato contadino).
Far parte di Gallo Rosso significa garantire un servizio di ospitalità qualitativamente elevato, la
genuinità dei prodotti offerti e l’impegno del proprietario a mantenere il proprio maso sempre
“vivo”.
L’Associazione Gallo Rosso, con oltre 1.700 ore di formazione ogni anno, si propone di
sostenere i proprietari dei masi nel rispettare tali parametri e nell’implementare la loro attività.
Attualmente esistono 13 categorie di masi con alloggi specializzati, di cui fanno parte 48
strutture. Per esempio, ricordiamo i masi d’interesse storico, quelli per appassionati di cavalli,
bici o escursioni, quelli per persone allergiche, per i diversamente abili o i masi CasaClima (che
rispondono a parametri di sostenibilità).
La classificazione dei masi è organizzata in fiori, da 1 a 4; più alto è il numero dei fiori, più
numerosi sono i criteri soddisfatti dalla struttura.
Oltre ai masi con alloggio, ci sono le osterie contadine Gallo Rosso. 41 strutture altoatesine,
suddivise in Buschenschank (con produzione propria di vino) e Hofschank (con almeno un
piatto di carne di produzione propria), hanno soddisfatto i selettivi criteri di adesione
dell’Associazione.
In 56 masi Gallo Rosso sono offerti anche prodotti gastronomici autentici, realizzati con
almeno il 75% della materia prima proveniente dal maso stesso (il rimanente 25% proviene da
altro maso locale). Tali prodotti devono superare una “degustazione alla cieca” da parte di una
commissione specializzata.
Infine, in 5 masi Gallo Rosso sono proposti prodotti artigianali autentici (Artigianato
contadino), realizzati a mano senza l’utilizzo di macchine industriali, con materia prima
proveniente dal maso stesso o da quelli circostanti.
Milestones – L’origine del successo
Le origini dell’agriturismo altoatesino risalgono a oltre 150 anni fa, verso la metà del 1800,
quando gli abitanti delle città come Merano e Bolzano sceglievano di spostarsi, durante i caldi
mesi estivi, nei masi in alta montagna. Qui affittavano stanze o alloggiavano presso i parenti e
si concedevano freschi periodi di riposo, al riparo dal caldo.
Negli anni ’60, la diffusione dell’uso dell’automobile e la costruzione della rete autostradale,
diedero un forte impulso al turismo in Alto Adige e anche allo sviluppo delle vacanze in
agriturismo, soprattutto avvicinando chi viveva in Germania o in altri Paesi del Nord.
Verso gli anni ’80 anche gli italiani cominciano a scoprire questo nuovo modo di “fare
vacanza”, mentre, negli anni ’90 si diffonde la pratica di trascorrere le ferie in un agriturismo
anche d’inverno, grazie all’utilizzo di stufe per il riscaldamento.
Proprio alla fine degli anni ’90 nasce “Gallo Rosso”, per dare impulso allo sviluppo
dell’agriturismo, in un momento in cui il turismo era in forte crescita. Mantenere il “maso vivo”
è sempre stato il primo scopo dell’Associazione, perché le difficoltà di una piccola realtà come
un’azienda agricola di montagna spesso costringono i proprietari ad avere un secondo lavoro
fuori dal maso.
Dopo aver creato l’Associazione e il catalogo, la prima riunione di Gallo Rosso nel 2001 vede
coinvolti già circa 600 contadini. Oggi, quindici anni dopo, ben 1.600 masi ne fanno parte, su
un totale di circa 2.600 e tutti rispondono ai criteri base fissati dall’Associazione per potervi
aderire.
Dal 2002 Gallo Rosso inizia a definire alcuni temi di specializzazione. Sono così proposti i masi
storici, che esistono solo in Alto Adige, i primi masi per famiglie, per appassionati di
equitazione, per gli amanti delle escursioni e altri. Nel 2003 è anche definita la linea strategica
dell’Associazione Gallo Rosso, ovvero: “Avvicinare le persone allo stile di vita degli agricoltori
altoatesini”.
Sempre nel 2003 Gallo Rosso diventa un “marchio ombrello” sotto il quale si aggiungono due
distinte offerte: le “Osterie contadine” e i “Prodotti gastronomici”, sempre legati a criteri di
qualità molto severi.
Infine, nel 2013, è introdotto il quarto pilastro dell’Associazione Gallo Rosso, ovvero,
“l’artigianato contadino”, per valorizzare il lavoro a mano, con materie prime locali.