Archivio della categoria: Guide

Visita prevista in Madagascar ? Individuate i vostri hotel

Poiché si tratta di una destinazione destinata all’ecoturismo, un viaggio in Madagascarc con viaggio-madagascar.com  è piuttosto autentico. Essendo l’architettura degli stabilimenti alberghieri locali concepita per farli mescolare al paesaggio, non si trovano hotel comparabili a quelli che si ha l’abitudine di vedere in un paese europeo. Prima di prenotare gli alloggi, è bene farsi un’idea di ciò che ci aspetta sul posto. Da notare che è importante essere flessibili in merito al comfort proposto dagli albergatori, all’infuori delle regioni molto turistiche.

Informazioni sulle caratteristiche degli hotel malgasci

Esistono numerosi tipi di hotel malgasci che non corrispondono alla classificazione internazionale. Perché i turisti passino dei soggiorni meno cari sull’isola, anche i singoli propongono degli alloggi della tipologia del Bed and Breakfast, cameretta. Il paese possiede comunque degli hotel da 1 a 5 stelle. Si tratta per la maggior parte di ecologde costruiti nel rispetto dell’ambiente naturale. Gli eccellenti hotel Madagascar si concentrano soprattutto nelle grandi città come Antananarivo, Nosy Be e Sainte Marie. In queste città, pagherete prezzi superiori rispetto alle destinazioni meno conosciute del paese. Lontane dal turismo di massa, le infrastrutture alberghiere malgasce sono destinate ai turisti che viaggiano per conto proprio. Se viaggiate in gruppo, informatevi bene in anticipo sulla capacità ricettiva degli hotel in cui desiderate prenotare.  

Classifica dei migliori hotel malgasci nel 2016

Secondo Tripadvisor, lo specialista in rete dei consigli ai viaggiatori, di seguito i migliori hotel malgasci che potete prenotare in base al vostro circuito per scoprire il paese :

  • Constance Tsarabanjina, un hotel di lusso con accesso alla spiaggia, con sede a Nosy Mitsio, a Diego Suarez
  • L’hotel  Anjajavy di Majunga, parimenti un hotel di lusso che dà accesso su una spiaggia e offre una colazione gratuita ai turisti
  • Andilana Beach ressort, un complesso alberghiero di lusso a Nosy Be che offre un parcheggio gratuito ai suoi ospiti
  • L’hotel  Sakamanga, un eccellente hotel con piscina ad Antananarivo
  • Le Relais de la Reine, il vostro hotel ad Isalo. Ha uno standard intermedio ma propone una piscina e un parcheggio gratuito ai suoi clienti

Princess Bora Lodge et Spa , il vostro hotel a Sainte Marie; è un hotel di lusso che offre una colazione e un parcheggio gratuito ai suoi ospiti

Arriva la nuova Guida Agriturist 2011

La Guida Agriturist compie 37 anni. La prima edizione, che si chiamava “Guida dell’Ospitalità Rurale”, uscì nel 1975 con un centinaio di proposte, “antesignane” di quello che, dal 1985, è stato definito, da legge dello Stato, agriturismo. Le successive edizioni, col “salto” di un solo appuntamento, sono state realizzate annualmente, fino alla recente pubblicazione della Guida Agriturist 2011.

Dal 1996, alla Guida cartacea, Agriturist ha affiancato la Guida “on-line” pubblicata nel portale internet www.agriturist.it, consultata nel 2010 da oltre un milione di persone, a conferma della grande popolarità raggiunta dall’agriturismo italiano, la cui nascita “ufficiale”, in Italia, risale al 1965, anno di fondazione dell’Agriturist.

La Guida Agriturist 2011 seleziona 1.500 proposte di accoglienza turistica in aziende agricole, che offrono alloggio in camere con prima colazione o appartamenti indipendenti (1.435 aziende agricole), campeggio (86) e ristorazione (786). Fra i principali servizi di intrattenimento, si segnalano: piscina (777), noleggio biciclette (978), lezioni di equitazione ed escursioni a cavallo (226), degustazioni guidate di prodotti tipici (693), alimenti ottenuti con metodi biologici (403). Gli agriturismi organizzati per l’accoglienza di disabili sono 796.

Oltre alla presentazione delle aziende agrituristiche, la Guida Agriturist 2011 contiene informazioni sui prodotti agroalimentari riconosciuti dall’Unione Europea a Denominazione d’Origine Protetta (DOP) e ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), sui vini a Denominazione d’Origine Controllata e Garantita (DOCG) e a Denominazione d’Origine Controllata (DOC), sui Parchi Nazionali e sulle norme di prudenza per affrontare un’escursione in sicurezza.

La Guida Agriturist 2011 (416 pagine, 15 euro, compresa quota associativa Agriturist) è in vendita nelle librerie oppure si può ricevere direttamente telefonando allo 06.6852337, o scrivendo ad agritur@confagricoltura.it . I soci Agriturist hanno diritto allo sconto del 10%, su ospitalità, prodotti e servizi, in circa 900 aziende agricole convenzionate.

Guida agriturismo 2010

Con le sue 35 edizioni (la prima è uscita nel 1975), la Guida Agriturist – Agriturismo e Vacanze verdi, può definirsi a pieno titolo la decana delle guide all’agriturismo in Italia.

Con 1600 aziende agricole che offrono ospitalità rurale per 33.000 posti letto, 800 punti di ristoro, 240 centri di turismo equestre e 100 agricampeggi, la Guida di agriturismo Agriturist 2010 coniuga al meglio la ricchezza di scelta con la selezione qualitativa e la puntualità di aggiornamento.

E’ soprattutto la Guida agrituristica di una Associazione, l’ Agriturist, che opera, dal 1965, in stretto contatto con agricoltori e ospiti, protagonista della costruzione stessa dell’ agriturismo in Italia.

I 1600 agriturismi, tutti illustrati con simboli di facile lettura e fotografia a colori, si trovano in ogni parte d’Italia: alloggi in camere o appartamenti indipendenti, bed and breakfast, ristorazione, agricampeggio, turismo equestre, prodotti tipici e mille altre curiosità; in località di collina, presso città d’arte, vicino al mare o in montagna.

L’edizione 2010 della Guida all’agriturismo Agriturist ha un sistema di ricerca su mappe regionali, con divisione delle province in zone, in modo da meglio individuare la collocazione di ciascuna azienda agrituristica.

La Guida di agriturismo Agriturist 2010 propone anche una presentazione dei prodotti agroalimentari che hanno ottenuto i riconoscimenti ufficiali dell’Unione Europea DOP (denominazione d’origine protetta) e IGP (indicazione geografica protetta), dei vini a DOCG (denominazione d’origine controllata e garantita) e DOC (denominazione d’origine controllata).

La Guida Agriturist 2010 – Agriturismo e Vacanze verdi è pubblicata in formato cm 14 x 21, ha 432 pagine e viene distribuita gratuitamente ai soci Agriturist (quota associativa 2010, euro 15 da versare sul c/c postale n. 13488002 intestato ad Agriturist, Corso Vittorio Emanuele 101).

La Guida all’agriturismo Agriturist 2010 è anche in vendita nelle librerie al prezzo di 15 euro (all’interno coupon per associarsi gratuitamente ad Agriturist).

I soci Agriturist hanno diritto allo sconto del 10% in 900 aziende convenzionate.

AgrieTour: la carica dei diecimila agrituristi

Si è conclusa oggi al Centro Affari l’ottava edizione del Salone nazionale dell’ Agriturismo

AgrieTour: la carica dei diecimila agrituristi

Grande successo per AgrieTour 2009: diecimila i visitatori da tutta Italia e non solo. Il Ministro Zaia «AgrieTour straordinario momento di avvicinamento al mondo rurale e alle sue abitudini». Tricca (Presidente Fiera): «Un successo che conferma il polo fieristico aretino come riferimento»

Diecimila visitatori, oltre 130 buyers da tutto il mondo, più di 600 espositori. Questi i numeri dell’edizione 2009 di AgrieTour, il Salone Nazionale dell’ Agriturismo che si è concluso nella giornata di domenica 15 novembre presso il Centro Affari di Arezzo. «Un successo che si ripete di anno in anno – ha affermato il Presidente della Fiera, Giovanni Tricca – confermando così Arezzo come polo fieristico di riferimento per il settore». Anche il Ministro delle Politiche Agricole, Luca Zaia, ha commentato la manifestazione aretina esprimendo parole di apprezzamento perchè «AgrieTour – ha detto il Ministro alle agenzie – è uno straordinario momento di avvicinamento al mondo rurale e alle sue abitudini, alimentari e di vita. I turisti lo scelgono sempre più numerosi. L’agriturismo rappresenta una risorsa strategica per il settore dell’agricoltura. Il comparto agrituristico è in crescita da tempo. Dobbiamo sostenerlo». Dal Trentino alla Sicilia, passando per le regioni del Centro, tutta l’Italia dell’agriturismo è stata la vera protagonista di questa edizione dei record.


Grande successo di partecipazione anche per le attività di approfondimento della fiera con convegni, seminari, master e laboratori che hanno arricchito ogni giorno il programma della manifestazione registrando una partecipazione da record. «I master promossi da AgrieTour sono stati oggetto di numerose richieste da parte di molti imprenditori del settore agrituristico – afferma Carlo Hausmann, il responsabile scientifico di AgrieTour – un dato significativo per un settore come questo che dimostra grande voglia di crescere e di migliorare il panorama della sua offerta». Ottimo successo di pubblico durante la giornata conclusiva di domenica 15 novembre per la presentazione del manuale “La Fattoria didattica: come organizzarla e come promuoverla” e per il seminario “Le fattorie didattiche in Italia: evoluzioni e tendenze della domanda e dell’offerta” realizzato in collaborazione con l’Associazione italiana presidi. Le fattorie didattiche si rivolgono alle scuole, invitandole a trascorrere una giornata in campagna sperimentando alcuni percorsi didattici proposti dalle aziende agricole, per conoscere il lavoro degli agricoltori. Rappresentano dunque un percorso di educazione verso un consumo più consapevole, guidando i giovani nel riscoprire il legame che esiste tra la terra e la tavola.

Si riconferma anche in questa edizione di AgrieTour l’interesse per i sapori della tradizione rurale che hanno trovato ampio spazio all’interno del Campionato di cucina contadina svoltosi nei giorni di venerdì 13 e sabato14 novembre. Una selezionatissima giuria di giornalisti ed esperti del settore alle prese con oltre 30 piatti regionali ha decretato la vittoria dei sapori e profumi di Sicilia, Trentino Alto-Adige, Toscana e Liguria.

Con gli ottimi risultati anche di quest’anno Arezzo si riconferma capitale dell’agriturismo dando già l’appuntamento per l’edizione 2010, la nona, per la quale sono stati già individuati ulteriori elementi di potenziamento in collaborazione con le associazioni di categoria e gli enti pubblici che fin dalla sua nascita sostengono AgrieTour.


Cilento Agriturismo in Campania “Il Forno Antico”

 

Cilento Agriturismo in Campania “Il Forno Antico”

“Immagina una continua distesa di monti rotta soltanto da una valle ombrosa…. ne loderesti la temperatura. Ma che ne diresti, se vedessi i pruni portare in abbondanza corniole belle rosse e querce e lecci elargire al bestiame ghiande abbondanti e molta ombra a me padrone: si direbbe che qui ci sia Palinuro con i suoi boschi ed il suo mare. Questo luogo appartato mi è tanto caro e, lo puoi ben credere, bello…

Il Forno Antico è una Azienda agrituristica moderna e dotata di tutti i comfort. Si trova in provincia di Salerno, nel cuore del Parco Nazionale del Cilento.

Ha un’estensione di 20 ettari coltivate a uliveto, ficheto, frutteto, ortaggi di stagione.

Sono facilmente raggiungibili Pompei [un ora circa di treno], Paestum, Velia, Palinuro.

Dispone di 23 camere [ 5 quadruple, 9 triple, 8 doppie di cui 2 attrezzate per disabili 1 singola] tutte con bagno e doccia. TV a richiesta.

L’arredamento è in arte povera; il cambio della biancheria è settimanale.

L’azienda aderisce ad un programma del WWF per cui gli asciugamani vengono cambiati solo quando il cliente le butta per terra.

Ristorante, pizzeria, bar e piscina. Parcheggio custodito. Ospitalità per animali [cani e gatti]. Presenza del medico ed armadietto farmaceutico. Lingue parlate: inglese, tedesco, francese.

L’azienda è autosufficiente per olio [190quintali DOP europeo], carni bianche e rosse, frutta, ortaggi, vino.

Il pane viene fatto ogni giorno nel nostro forno a legna.

Contrada Forno, San Mauro la Bruca (SA) – Tel/fax +39 (0) 974 974203 +39 (0) 974 974203 – Cell. +39 335 6757139

www.ilfornoantico.it

GUIDA AGRITURISMO 2009 GUIDA ALL’AGRITURISMO AGRITURIST 2009

 

GUIDA AGRITURISMO 2009 GUIDA ALL’AGRITURISMO AGRITURIST 2009

 

Con le sue 34 edizioni (la prima è uscita nel 1975), la Guida Agriturist – Agriturismo e Vacanze verdi, può definirsi a pieno titolo la decana delle guide all’agriturismo in Italia.

Con 1600 aziende agricole che offrono ospitalità rurale per 33.000 posti letto, 800 punti di ristoro, 240 centri di turismo equestre e 100 agricampeggi, la Guida di agriturismo Agriturist 2009 coniuga al meglio la ricchezza di scelta con la selezione qualitativa e la puntualità di aggiornamento.

E’ soprattutto la Guida agrituristica di una Associazione, l’ Agriturist, che opera, dal 1965, in stretto contatto con agricoltori e ospiti, protagonista della costruzione stessa dell’ agriturismo in Italia.

I 1600 agriturismi, tutti illustrati con simboli di facile lettura e fotografia a colori, si trovano in ogni parte d’Italia: alloggi in camere o appartamenti indipendenti, bed and breakfast, ristorazione, agricampeggio, turismo equestre, prodotti tipici e mille altre curiosità; in località di collina, presso città d’arte, vicino al mare o in montagna.


L’edizione 2009 della Guida all’agriturismo Agriturist ha un sistema di ricerca su mappe regionali, con divisione delle province in zone, in modo da meglio individuare la collocazione di ciascuna azienda agrituristica.

La Guida di agriturismo Agriturist 2009 propone anche una presentazione, corredata da mappe, dei prodotti agroalimentari che hanno ottenuto i riconoscimenti ufficiali dell’Unione Europea DOP (denominazione d’origine protetta) e IGP (indicazione geografica protetta), dei vini a DOCG (denominazione d’origine controllata e garantita) e DOC (denominazione d’origine controllata), delle strade del vino e dei sapori, del sagre dedicate ai prodotti a denominazione d’origine. Tale presentazione è realizzata in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali nell’ambito della campagna “Occhio ai marchi DOP e IGP!”.

Vi è poi una rubrica dedicata ai Parchi Nazionali.

La Guida Agriturist 2009 – Agriturismo e Vacanze verdi è pubblicata in formato cm 14 x 21, ha 480 pagine e viene distribuita gratuitamente ai soci Agriturist (quota associativa 2009, euro 15 da versare sul c/c postale n. 13488002 intestato ad Agriturist, Corso Vittorio Emanuele 101).

La Guida all’agriturismo Agriturist 2009 è anche in vendita nelle librerie al prezzo di 15 euro (all’interno coupon per associarsi gratuitamente ad Agriturist).

I soci Agriturist hanno diritto allo sconto del 10% in 900 aziende convenzionate.